Categorie
Casi Studio

Vendere prodotti veterinari in tutta Italia: nuovo e-commerce per Sarda Zootecnica

Sarda Zootecnica è un’azienda sarda che si occupa di medicinali veterinari per cani, gatti, cavalli e altri animali da allevamento.

L’azienda ha sede in Sardegna, ma vende prodotti in tutta Italia grazie al proprio e-commerce.

Obiettivo del cliente

Abbiamo iniziato a lavorare con Sarda Zootecnica nel 2021, con l’obiettivo di migliorare il posizionamento online del brand e, quindi, incrementare le vendite.

Oltre alla gestione di campagne pubblicitarie, infatti, abbiamo lavorato al redesign del sito web.

L’azienda aveva infatti lanciato da qualche anno il proprio e-commerce e stava già registrando decine di vendite al giorno.

Il sito aveva però bisogno di un design più moderno e, soprattutto, di alcuni accorgimenti che migliorassero l’usabilità e il tasso di conversione.

Risultati

Ciò che ci ha reso più orgogliosi è stata la soddisfazione del nostro cliente, che ci ha lasciato queste belle parole.

Ci siamo affidati ai ragazzi di Limone Marketing inizialmente per la gestione e ottimizzazione delle campagne di Facebook, Google Ads e Social Management, per poi lanciare online il restyling completo del nostro sito e-commerce.

Per ora possiamo ritenerci più che soddisfatti dei risultati raggiunti da un’anno a questa parte che collaboriamo con loro.

Non vediamo l’ora di poter implementare delle nuove strategie di marketing che ci hanno mostrato. Continuate così!

Il nuovo sito di Sarda Zootecnica è stato messo online all’inizio del 2022 e abbiamo già rilevato importanti miglioramenti in diverse aree.

Nuovo design

Il nostro primo obiettivo era quello di migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti all’interno del sito web.

Il primo passo è stato quindi quello di migliorare l’aspetto estetico del portale, attraverso un design più attuale e in linea con i tempi.

Allo stesso tempo, abbiamo analizzato l’esperienza di acquisto dei clienti e, in base a questo, migliorato la fruibilità e la chiarezza delle diverse aree.

Acquisti rapidi

Grazie al nuovo sviluppo, la velocità del sito è migliorata notevolmente.

Inoltre, lo studio delle categorie e dell’ordine dei contenuti all’interno del sito, ha reso molto più semplice la navigazione.

Di conseguenza, il processo di acquisto è molto più rapido e ha molte meno distrazioni, generando un miglioramento del tasso di conversione.

Oggi il tasso di conversione è tra il 3% e il 3.5%, un dato altissimo ben sopra la media.

Diminuzione customer care

Come sanno bene i gestori di e-commerce, una delle difficoltà maggiori che si riscontrano di solito riguarda la gestione dei clienti.

I clienti, infatti, prima di acquistare hanno spesso bisogno di supporto e cercano soluzioni a dei problemi che riscontrano durante l’acquisto.

Il vecchio sito aveva un grosso problema di chiarezza e creava tanta confusione, portando lo staff del customer care a dover rispondere ogni giorno a tantissime richieste.

Da quando il nuovo sito è online, le richieste di supporto sono diminuite notevolmente grazie soprattutto alla maggiore chiarezza della piattaforma e alla disposizione dei contenuti e dei prodotti al suo interno.

Ottimizzazione da smartphone

Oggi la maggior parte del traffico di un sito web arriva tramite smartphone.

Soprattutto in questo caso, in cui ogni giorno sono attive diverse ads sui social, era necessario avere un e-commerce ottimizzato per la visualizzazione da mobile.

Abbiamo quindi sviluppato il sito di Sarda Zootecnica con un approccio Mobile First, dando priorità alla visualizzazione da mobile per poi adattare di conseguenza i contenuti agli altri device.

Il risultato è un sito che si può navigare perfettamente da mobile

Valore ordine medio

Oltre allo sviluppo tecnico del sito, abbiamo elaborato varie soluzioni per aumentare lo scontrino medio, cioè l’importo di spesa totale di ogni ordine.

Attraverso alcuni accorgimenti strategici (per esempio la spedizione gratuita dopo una determinata spesa, o il suggerimento di prodotti correlati), gli utenti si sono dimostrati più propensi ad acquistare un maggior numero di prodotti.

Questo ha ovviamente portato un considerevole aumento del fatturato, di cui parleremo in un altro articolo specifico.

Categorie
Casi Studio

Come abbiamo promosso il tour estivo degli Psicologi su Instagram e Tik Tok

Gli Psicologi sono uno dei gruppi musicali più conosciuti in Italia, soprattutto tra i giovani.

Il gruppo è composto da due ragazzi del 2001. Sono emersi musicalmente pochi anni fa, costruendo in poco tempo una fanbase molto grande e affiatata.

Fanno parte dell’etichetta Bomba Dischi, di cui abbiamo già parlato in un altro articolo.

Obiettivo del cliente

L’etichetta aveva bisogno di promuovere le date del tour estivo del 2021.

Dopo più di un anno di pandemia e lo stop totale dei concerti, sono state presentate 7 date in diverse zone dell’Italia.

L’ultimo album era uscito poco dopo l’inizio della pandemia, per cui non avevano ancora potuto suonarlo in tour.

Essendo già passato tanto tempo dal lancio di nuova musica, c’erano ancora molti dubbi su come avrebbe risposto il pubblico alla notizia del tour.

Il cliente aveva quindi bisogno di sfruttare i canali digitali per raggiungere più persone possibili e, quindi, vendere i biglietti dei concerti.

Inoltre, era necessario alimentare il passaparola e raggiungere anche organizzatori di concerti, in modo tale da aumentare il numero di date del tour.

La Strategia

L’obiettivo era quello di raggiungere persone potenzialmente interessate al duo in tutta Italia.

Un aumento dell’interesse e di richieste da parte del pubblico, avrebbe portato gli organizzatori in giro per l’Italia a chiamare gli artisti, aumentando le date del tour.

È stata realizzata una pagina web con all’interno solo le date e le città del tour.

Ogni data aveva dei link specifici per acquistare i biglietti e, spesso, si appoggiavano a delle società di booking diverse in base alla città.

Il primo passo è stato quindi quello di studiare dettagliatamente il pubblico target degli Psicologi.

Il pubblico è composto da ragazzi molto giovani, che frequentano le scuole superiori o l’università.

Abbiamo individuato due canali di comunicazione principali: Instagram e Tik Tok.

Per questa campagna, non potevamo assolutamente interferire con il piano editoriale social dagli artisti, ma potevamo agire solo sugli annunci pubblicitari.

L’obiettivo degli annunci era quindi quello di raggiungere persone interessate e portarle nella pagina web con le date del tour.

Instagram Ads

Instagram è il canale di comunicazione principale degli Psicologi.

I ragazzi hanno entrambi oltre 200 mila follower nei loro profili personali.

Abbiamo quindi lanciato delle ads destinate ad un pubblico fino ai 25 anni.

Inoltre, abbiamo lanciato altri annunci destinati alle persone che avevano già interagito in precedenza (messo like, commentato, condiviso, etc.) con i contenuti degli artisti o dell’etichetta Bomba Dischi.

Tik Tok Ads

Una parte del budget pubblicitario è stato destinato per testare una nuova piattaforma pubblicitaria: Tik Tok.

Tik Tok è il social network del momento, molto diffuso soprattutto tra i giovani.

Sebbene ai tempi né gli artisti né l’etichetta avessero un profilo su Tik Tok, eravamo certi che il target da raggiungere si trovasse anche su questa piattaforma.

Abbiamo quindi lanciato gli stessi annunci anche su Tik Tok, con l’obiettivo di raggiungere persone sotto i 25 anni e aumentare il traffico sulla pagina web con le date del tour.

I Risultati

I risultati sono stati ottimi tenendo conto del fatto che molte date del tour sono andate sold out.

Su Instagram, le ads hanno raggiunto oltre 1.060.000 persone in tutta Italia per un totale di oltre 3.623.000 impression (gli utenti hanno visto gli annunci in media più di 3 volte ciascuno).

Gli annunci su Instagram hanno portato nella pagina web con le date circa 14 mila utenti, con un costo per click di 6 centesimi.

Circa il 70% del budget è stato usato su Instagram e il 30% su Tik Tok.

I dati più interessanti sono arrivati proprio dalle campagne pubblicitarie su TikTok dove cui il costo delle visualizzazioni è stato estremamente basso.

Infatti, con un investimento minore della metà, abbiamo raggiunto oltre 775 mila visualizzazioni ai contenuti.

Grazie agli annunci su Tik Tok, la pagina web è stata visitata da ulteriori 10.305 persone, con un costo per click di 3 centesimi.

Il tour ha avuto un grandissimo successo e oltre alle 7 date iniziali, sono state aggiunte in corsa altre 8 date, portando il tour ad un totale di 15 spettacoli.

Categorie
Casi Studio

NURAGICA: Moltiplicare gli ingressi alla mostra della storia sarda grazie ai social

Il cliente è Sardinia Experience, azienda innovativa sarda che fonde turismo, cultura e tecnologia in nuovi format di intrattenimento.

La missione dell’azienda è quella di raccontare la storia e la cultura sarda attraverso esperienze immersive, come la realtà virtuale.

Tra le iniziative più rilevanti c’è indubbiamente Nuragica, mostra che nel 2021 faceva tappa a Cagliari.

Prima di Cagliari, le precedenti edizioni si erano svolte in altre zone della Sardegna (Olbia, Sassari, Barumini, Nuoro e Arzachena).

Obiettivo del cliente

Nuragica arriva a Cagliari nel 2021, dopo oltre un anno di chiusura forzata a causa della pandemia.

La mostra aveva già ottenuto un ottimo successo nelle edizioni precedenti in giro per la Sardegna, ma era ancora poco conosciuta nel sud Sardegna.

La mostra apre alla Fiera di Cagliari solo per un periodo di tre mesi, dal 3 luglio al 3 ottobre 2021.

Il cliente aveva quindi bisogno di una strategia di promozione digitale, capace di far conoscere la mostra nella zona di Cagliari e portare quindi nuovi ingressi.

Inoltre, era necessario far conoscere il progetto presso le scuole, con l’obiettivo di accogliere gite scolastiche.

Fino ad allora, la mostra non aveva mai curato professionalmente i propri canali online. Aveva solo un sito web e delle pagine social poco curate.

Nuragica Cagliari

La Strategia

La strategia è stata sviluppata su tre pilastri fondamentali.

  • Gestione dei Social Media (Instagram e Facebook)
  • Campagne Facebook/Instagram Ads
  • Campagne Google Ads

Gestione Social Media

Abbiamo sviluppato la strategia di comunicazione su Instagram e Facebook, le due piattaforme più adeguate per il nostro caso e per il target.

Il primo passo è stato quello di raccogliere tutti i contenuti disponibili e selezionare quelli più adeguati.

Non essendo totalmente soddisfatti delle fotografie a disposizione (mancavano delle foto professionali), abbiamo organizzato una sessione fotografica.

L’obiettivo era quello di mostrare le particolarità della mostra senza svelare le sorprese che avrebbero trovato i visitatori.

Durante il periodo di apertura, le foto sono state pubblicate regolarmente, accompagnate da testi che raccontavano curiosità sulla civiltà nuragica e incuriosivano gli utenti.

Facebook/Instagram Ads

Una delle chiavi del successo di questa campagna sono state sicuramente le Facebook/Instagram Ads.

Abbiamo realizzato una serie di annunci specifici con l’obiettivo di “colpire” gli utenti in diverse fasi e generare curiosità e riprova sociale.

In particolare, abbiamo lanciato diversi annunci che presentavano la mostra, specificando che sarebbe rimasta aperta solo per un breve periodo.

Gli annunci venivano mostrati nel centro e sud Sardegna, sia a persone che avevano già interagito con i contenuti di Nuragica, sia a persone che non sapevano cosa fosse.

Dopo pochi giorni, gli annunci avevano migliaia di interazioni da parte degli utenti, funzionando perfettamente per mostrare a nuovi utenti la qualità della mostra.

Infatti, sotto i vari post vi erano centinaia di commenti positivi di persone che, dopo aver visitato la mostra, ne sono rimaste entusiaste e volevano raccontare la propria esperienza.

Inoltre, abbiamo lanciato altri annunci per attirare prenotazioni dirette.

Nel dettaglio, abbiamo collegato WhatsApp Business per fare in modo che gli utenti, cliccando sugli annunci, potevano chattare direttamente con lo staff di Nuragica e prenotare una visita.

Gli annunci venivano quindi mostrati ogni giorno a migliaia di utenti nelle proprie bacheche di Facebook o Instagram. Con un solo click, potevano prenotare una visita.

Ecco di seguito alcuni esempi di ads di questo tipo:

All’inizio dell’anno scolastico, sono state poi lanciate delle campagne specifiche per le scuole.

Infatti, uno degli obiettivi principali per il cliente era quello di aumentare le richieste di visite da parte di scolaresche.

Abbiamo quindi studiato una strategia con l’obiettivo di mostrare degli annunci agli staff delle scuole e ai genitori.

Gli annunci presentavano esplicitamente lo “Speciale Scuole”, comunicando alle persone che la mostra avrebbe aperto di mattina solo per le scuole.

Google Ads

Le Google Ads hanno fatto da contorno alla strategia descritta nel paragrafo precedente.

Una parte del budget pubblicitario, infatti, è stata destinata alle Google Ads.

L’obiettivo era quello di intercettare le persone che cercavano su Google delle mostre culturali o cose da fare nella zona di Cagliari.

Abbiamo quindi individuato delle specifiche parole chiave per raggiungere gli utenti più propensi ad essere interessati a Nuragica.

Attraverso il monitoraggio continuo e l’analisi delle statistiche, abbiamo ottimizzato la strategia nel tempo, fino a migliorare i risultati sempre di più.

Oltre a portare prenotazioni dirette, le Google Ads erano anche molto utili per generare traffico sul sito.

Le persone che visitavano il sito venivano poi raggiunte tramite specifiche campagne su Facebook/Instagram Ads.

Questo aumentava notevolmente le possibilità che l’utente non si dimenticasse della mostra.

I Risultati

Nonostante la mostra sia durata relativamente poco, i risultati si sono rivelati molto soddisfacenti ed oltre le aspettative.

La chiusura della mostra, prevista per il 3 ottobre, è stata spostata al 31 ottobre.

Gli annunci hanno raggiunto oltre 250.000 persone in tutta la Sardegna, per un totale di oltre 1.300.000 impression (visualizzazioni dei contenuti).

Secondo le dichiarazioni del cliente, oltre il 60% dei visitatori hanno conosciuto Nuragica tramite i social media e i contenuti online. Ha infatti sottoposto un questionario ai visitatori chiedendo dove hanno conosciuto la mostra.

I dati appena presentati non tengono conto della campagna Speciale Scuole. Quest’ultima ha raggiunto oltre 45.000 persone in Sardegna per un totale di circa 190.000 impression (in media ogni persona ha visto gli annunci circa 5 volte).

Categorie
ITA

Social Media per attività locali: 4 passi fondamentali

Come sfruttare i social media per attività locali

I social media fanno ormai parte della nostra vita quotidiana.

Chiunque sa cos’è Instagram, ha un profilo Facebook, guarda video su YouTube, etc. Che ci piaccia o meno, sono un aspetto davvero rilevante nella società attuale.

Soprattutto se abbiamo un business che si rivolge alle persone, quindi, si rivelano uno strumento potentissimo perché vengono utilizzati costantemente dai nostri potenziali clienti.

Di conseguenza, non possiamo fare finta che non esistano e dobbiamo trovare il modo per sfruttarli a nostro beneficio.

In questo articolo, ci focalizzeremo specialmente sulle strategie di social media che si possono usare per attività locali e business fisici.

L’obiettivo dei Social Media per attività locali

Quando si parla di social media per attività locali, potrebbe sembrare controintuitivo utilizzare degli strumenti digitali per promuovere un’attività offline (con una sede fisica).

I social media, però, si rivelano uno strumento importantissimo perché ci consentono di intercettare i nostri potenziali clienti dove loro già stanno passando il loro tempo.

Infatti, le persone passano in media 2 ore al giorno sui social media.

Se sappiamo che i nostri potenziali clienti passano il loro tempo su Instagram, dobbiamo essere presenti anche noi su Instagram.

Possiamo attirare la loro attenzione e farci conoscere online, per poi convincerli ad acquistare i nostri prodotti, venire al nostro locale, etc.

Likes, Followers e Vanity Metrics

È doveroso chiarire che l’obiettivo di una strategia di social media non è l’incremento di followers o di likes.

Nonostante esistano tanti finti professionisti che si predicano esperti e basano il loro successo sulla crescita di like e visibilità, queste non sono delle metriche interessanti.

Vengono appunto chiamate Vanity Metrics. Fanno molto bene all’ego, poco al fatturato aziendale.

L’obiettivo deve sempre essere quello di far crescere il nostro business.

Obiettivi fondamentali dei Social Media

Possiamo invece individuare 3 obiettivi fondamentali:

  1. Aumentare le vendite
  2. Aumentare la frequenza di acquisto
  3. Aumentare la desiderabilità di determinati prodotti

1. Aumentare le vendite

Il primo obiettivo è facilmente comprensibile. Una buona strategia di social media può farci arrivare a tanti nuovi potenziali clienti e, di conseguenza, portarli all’acquisto e incrementare le vendite.

Farci conoscere da nuove persone è essenziale. Non possiamo vendere i nostri prodotti o servizi se nessuno sa che esistiamo.

Possiamo fare la pizza migliore della città, ma non ne venderemo neanche una se nessuno lo sa. Puoi essere il dentista o l’avvocato più bravo della tua regione, ma nessuno si rivolgerà a te se non sei visibile o conosciuto.

I social sono appunto un ottimo strumento per intercettare nuovi potenziali clienti, mostrando i nostri punti di forza e raccontando quotidianamente i nostri valori e le nostre unicità.

2. Aumentare la frequenza di acquisto

Una buona strategia di comunicazione è utile anche per fidelizzare i clienti già acquisiti.

Un nostro cliente che ci segue sui social vedrà più spesso i nostri contenuti e, di conseguenza, continuerà a ricordarsi dell’esperienza positiva fino a volerla ripetere.

In questo senso, i social sono molto utili per aumentare la frequenza di acquisto.

Facciamo un esempio.

Supponiamo che gestiamo una pizzeria e abbiamo dei clienti fidelizzati che vengono a mangiare in media una volta al mese.

Iniziando a pubblicare più regolarmente sui social le foto delle nostre pizze o del nostro locale, gli verremo in mente più spesso.

Di conseguenza, sarà più probabile che gli venga voglia di mangiare fuori una volta in più, (magari una volta ogni due settimane).

Moltiplichiamo questo risultato per tutti i nostri clienti fedeli e i risultati saranno incredibili!

3. Aumentare la desiderabilità di determinati prodotti

Il terzo obiettivo elencato è quello di aumentare la desiderabilità di determinati prodotti.

Ogni azienda ha dei prodotti che preferisce vendere rispetto ad altri. I motivi possono essere vari: hanno un margine più elevato, implicano meno lavoro, richiedono meno assistenza, etc.

Nella nostra strategia di social media, possiamo quindi scegliere di spingere maggiormente determinati prodotti rispetto ad altri, con l’obiettivo di aumentare il loro valore percepito e facilitare la loro vendita.

social media per attività locali e business fisici

L’attenzione degli utenti

Quando comunichiamo sui social media, dobbiamo ricordarci che stiamo competendo per l’attenzione degli utenti.

In questo periodo storico, dove gli utenti sono bombardati di pubblicità e informazioni, è davvero difficile attirare la loro attenzione e fare in modo che ci dedichino più di qualche secondo.

Quando pubblichiamo un contenuto sui social, non competiamo solo con altre aziende del nostro settore, ma con chiunque abbia qualcosa da dire.

Competiamo con tutte le attività che provano ad attirare l’attenzione dei nostri potenziali clienti (che sono anche loro potenziali clienti).

Capiamo meglio questo concetto.

Qualsiasi persona ha diversi interessi e passioni e, quindi, sui social vedrà dei contenuti diversi basati sui propri interessi.

Supponiamo che gestiamo una pizzeria e vogliamo promuoverla mostrando su Instagram i nostri annunci alle persone a cui piace mangiare fuori.

Dobbiamo tenere in conto che quello non sarà il loro unico interesse.

Infatti, una persona a cui piace andare al ristorante, può essere interessata ad altre milioni di cose.

Può essere appassionata di calcio, o di campeggio, o di birre artigianali. Allo stesso tempo, può essere interessata ad imparare una nuova lingua, alla politica del proprio Paese e, magari, a prendersi cura della propria pelle o a valutare un mutuo per comprarsi una casa.

Se noi vogliamo promuovere il nostro ristorante, quindi, dobbiamo ricordarci che non competeremo solo con altri ristoranti, ma con qualunque azienda provi ad attirare l’attenzione di quella stessa persona.

social media per attività locali: attirare l'attenzione

4 Passi fondamentali per sfruttare i Social Media per attività locali

Arrivati a questo punto dell’articolo, spero sia chiaro perché è importante avere una strategia di social media e quali sono i suoi obiettivi.

Spero anche che sia chiaro che non si tratta di un’attività che si può fare amatorialmente, ma che richiede tante competenze ed esperienza nel settore.

Se hai qualche perplessità, puoi scriverci a info@limonemarketing.com. Cercheremo di sciogliere qualsiasi dubbio e capire come questi strumenti si possono applicare alla tua specifica attività.

Nei paragrafi successivi, chiariremo come sfruttare i social media per un’attività locale.

Abbiamo individuato 4 passi fondamentali da seguire per elaborare una strategia e iniziare a sfruttare questo canale per promuovere il nostro business.

1. Individuare il Target

Per impostare una strategia di social media, la prima cosa da considerare è sicuramente il target.

Innanzitutto dobbiamo capire a chi ci rivolgiamo.

Chi sono le persone che vogliamo raggiungere, che caratteristiche hanno, che passioni e interessi hanno, come comunicano, quali canali utilizzano, etc.

Questo è in assoluto il primo passo perché, se non sappiamo con chi vogliamo comunicare e il motivo per il quale dovrebbe interessargli il nostro prodotto/servizio, sarà molto difficile vendere.

Una volta individuato il nostro target di riferimento, dobbiamo capire qual è il modo migliore per comunicare con loro.

A questo scopo, il nostro stile di comunicazione deve essere adatto per il nostro cliente tipo (in linea coi suoi interessi, la sua età, i canali che usa, etc.) e, allo stesso tempo, deve mettere in luce i nostri punti di forza ed essere coerente con l’immagine del brand.

2. Creare contenuti di qualità

Come anticipato prima, gli utenti dei social sono bombardati di informazioni e contenuti da consumare: articoli, annunci pubblicitari, meme divertenti, foto di amici, stories di Instagram, etc.

È necessario attirare l’attenzione dei nostri potenziali clienti, ma emergere in questo oceano di contenuti non è facile.

Dobbiamo quindi realizzare dei contenuti di qualità, capaci di distinguersi dalla massa e attirare l’attenzione del nostro target.

Se abbiamo un prodotto di qualità e abbiamo ben chiaro a chi ci stiamo rivolgendo, ma non siamo in grado di creare dei contenuti capaci di attirare l’attenzione e di mostrare le potenzialità del nostro prodotto/servizio, c’è il rischio di rendere tutto inutile.

Soprattutto nel mondo digitale, dove non c’è il contatto umano, i nostri contenuti saranno l’unico mezzo che avrà l’utente per giudicarci.

È per questo che i nostri contenuti devono avere determinate caratteristiche fondamentali per farsi notare.

Caratteristiche di un contenuto di qualità

In particolare, se vogliamo che i nostri contenuti emergano e ci portino dei risultati, devono essere:

  1. Interessanti. Non devono essere noiosi. Devono presentare e raccontare qualcosa di utile all’utente, che deve essere in target (quindi realmente interessato) a ciò che gli stiamo proponendo.
  2. Impattanti. I nostri contenuti devono spiccare dalla massa di tutti i contenuti presenti. Devono attirare l’attenzione dell’utente, tanto da soffermarsi, fare in modo che ci dedichi la sua concentrazione e lasciargli un’emozione.
  3. Originali. I nostri contenuti devono essere unici, creati da noi. Soprattutto se abbiamo un’attività locale, i nostri clienti vogliono sentire la vicinanza. Se per esempio abbiamo un concessionario di moto, non ha senso mettere solo le foto ufficiali delle moto che vendiamo, ma dobbiamo creare dei contenuti personalizzati che, oltre a mettere in evidenza le qualità dei prodotti, dia quella sensazione di familiarità e rapporto umano agli utenti.
  4. Coerenti. Tutto ciò che pubblichiamo deve essere coerente e in linea col nostro brand, i nostri valori e l’identità che vogliamo trasmettere.
  5. Professionali. Per comunicare bene non ci servono foto o video realizzati con l’ultima videocamera presente sul mercato, però è importante che abbiano una buona qualità. In caso contrario, rischierebbero di danneggiare l’immagine aziendale.
    Per raggiungere una buona qualità di immagine, ormai basta davvero poco, spesso uno smartphone. Il mio consiglio, comunque, è sempre quello di affidarsi a dei professionisti.

Una volta creato il contenuto, sarà il nostro piano di marketing a fare in modo che raggiunga il nostro pubblico target nel modo e nel canale più adatto ed efficace.

social media per attività locali: creare contenuti di qualità

3. Essere costanti e regolari

Un altro aspetto molto importante nei social media è la costanza.

Riuscire ad essere costanti (senza rinunciare alla qualità dei contenuti) è davvero importantissimo nei social media. I motivi principali sono due.

Il primo è per una questione puramente tecnica.

I social media vivono dei contenuti creati dagli utenti. Se domani nessuno pubblicasse nulla su Instagram, non ci sarebbe nessun motivo per entrarci e sarebbe una grande perdita per la piattaforma.

Di conseguenza, queste piattaforme hanno estremo bisogno di creatori di contenuti e il loro algoritmo premia gli utenti più costanti nella pubblicazione.

Il secondo motivo è che, riuscendo a pubblicare spesso, sarà più facile rimanere nella mente dei nostri seguaci e, quindi, dei nostri potenziali clienti.

Questo può rivelarsi molto utile sia per acquisire nuovi clienti (che hanno bisogno di vederci molte volte prima di ricordarsi di noi), sia per creare una relazione con i clienti attuali (che, vedendo più volte i nostri contenuti, possono convincersi ad acquistare più spesso).

gestire i social media per attività locali

4. Investire in annunci pubblicitari (ADS)

Quando strutturiamo una strategia di social media per attività locali, non possiamo ignorare gli annunci a pagamento.

Questi strumenti sono spesso sottovalutati dalle aziende, soprattutto a livello locale. Probabilmente perché richiedono tanto studio e una conoscenza approfondita del marketing.

Perché investire in ADS

Gli annunci pubblicitari (detti anche ADS) sono molto importanti perché ci consentono di raggiungere persone potenzialmente interessate ai nostri prodotti/servizi.

Grazie alle ads, possiamo mostrare i nostri contenuti al nostro target attraverso i social media.

A questo scopo, possiamo selezionare il target in base alle caratteristiche che ci interessano (età, sesso, dati demografici, interessi, abitudini, etc.).

Facciamo un esempio semplice per comprendere le loro potenzialità.

Supponiamo che gestiamo un concessionario di moto sportive e, in base alle analisi svolte, capiamo che il nostro target ideale siano uomini tra i 25 e i 50 anni.

Se vogliamo ottimizzare il budget e raggiungere solo persone potenzialmente interessate ad acquistare una moto, possiamo lanciare degli annunci su Instagram e decidere di mostrarli soltanto agli uomini in quella fascia di età che vivono in città.

Questo ci consentirebbe di investire il budget soltanto per raggiungere persone che potrebbero davvero essere interessate a ciò che offriamo.

Rispetto al marketing tradizionale, questo è un enorme vantaggio.

Se supponiamo di promuovere lo stesso concessionario, per esempio, attraverso un cartellone in una fermata della metro, non possiamo ottenere gli stessi benefici.

Infatti, non possiamo avere il controllo sulle persone che vedranno l’annuncio. Il cartellone verrà visto da chiunque passi in quella fermata, quindi anche da persone che non acquisterebbero mai da noi.

Rimanendo al nostro esempio, il cartellone verrà visto anche da donne e bambini, che sono totalmente fuori target rispetto alla nostra offerta.

Abbiamo fatto un esempio simile anche nell’articolo in cui analizziamo i vantaggi del marketing online rispetto al marketing tradizionale. L’hai già letto?

Quanto investire in ADS?

Un altro aspetto positivo degli annunci online è che hanno un costo molto ridotto rispetto a quelli offline.

L’era digitale ha reso accessibile a qualunque business la possibilità di promuoversi. A partire da qualche euro al giorno, infatti, è possibile lanciare delle campagne pubblicitarie ed ottenere ottimi risultati.

Per capire qual è il budget corretto da investire in marketing per la tua attività, è necessaria un’analisi approfondita del business.

Come diciamo sempre, ogni business è diverso e non esiste una risposta universale che vada bene per tutti.

Il nostro consiglio è sempre quello di avere un budget dedicato al marketing, avere una strategia definita da perseguire ed affidarsi a dei professionisti che conoscano bene gli strumenti e siano esperti di marketing.

social media per business locali

Conclusioni

Comunicare sui social media può sembrare semplice. Molti sottovalutano questa attività perché fare un post e mettere due hashtag è effettivamente semplice.

Il lavoro da fare, però, non è questo ed è molto più complesso.

Se si vogliono veramente ottenere dei risultati, è necessario capire a chi ci stiamo rivolgendo, come comunicare con loro e definire una strategia capace di trasformare i potenziali clienti in clienti paganti.

In questo periodo storico, avere una buona strategia sui social media, può fare la differenza tra un business di successo e un business fallimentare.

Non sfruttare i social, significa perdere un’incredibile opportunità e lasciarla ai nostri competitor (che intercetteranno i potenziali clienti prima di noi).

Speriamo che questo articolo ti abbia offerto degli spunti di riflessione e che ti sia utile per migliorare il posizionamento online della tua attività.

Se hai bisogno di supporto per sviluppare la tua strategia di marketing, puoi richiedere una consulenza attraverso il formulario qui sotto.

Categorie
Casi Studio

Nuovo sito per Bomba Dischi, una delle etichette discografiche più importanti in Italia

Bomba Dischi è una delle più conosciute etichette discografiche indipendenti italiane, nata nel 2012 a Roma.

Ad oggi conta nel suo roaster artisti di fama nazionale, come Calcutta, Franco126, Giorgio Poi, Psicologi, Ariete, Pop X, etc.

Obiettivo del cliente

Entriamo in contatto con Bomba Dischi verso la fine del 2019.

Il cliente aveva già un sito web per presentare l’attività, ma era stato abbandonato.

Presentava qualche errore tecnico e non era aggiornato, rischiando di dare un’immagine sbagliata dell’etichetta.

Il sito aveva la necessità di essere aggiornato con informazioni corrette e un design più moderno.

Uno degli obiettivi principali del cliente inoltre, era quello di avere un sito molto semplice, in linea con la loro immagine e, soprattutto, una piattaforma che non richiedesse aggiornamenti continui.

Sito web Bomba Dischi

Svolgimento

Le idee e le proposte per il nuovo sito sono state tante.

L’esigenza principale però, era quello di sviluppare un sito web che richiedesse il minor numero di aggiornamenti possibili e che, allo stesso tempo, fornisse le informazioni corrette.

Trattandosi di un’etichetta musicale che gestisce più di 20 artisti, vi sono nuove uscite musicali ogni settimana.

Per soddisfare le esigenze del cliente, abbiamo quindi deciso di progettare il sito web con l’idea di sfruttarlo come una semplice vetrina di presentazione degli artisti.

Abbiamo quindi creato una pagina per ogni artista presente e inserito nella Home un’anteprima di ogni pagina.

All’interno delle pagine dei singoli artisti, abbiamo inserito foto e link ai loro canali social (Instagram, Facebook, YouTube) e alle piattaforme di streaming (Spotify, Apple Music).

Per mantenere il sito aggiornato alle nuove uscite discografiche senza il bisogno di farlo manualmente, abbiamo integrato Spotify direttamente nel sito web. In questo modo le nuove uscite appaiono in tempo reale, senza bisogno di dover aggiornare manualmente il sito web.

Considerando che la maggior parte del traffico arriva dai social media, abbiamo sviluppato il sito ottimizzando la visualizzazione da qualsiasi dispositivo, con particolare attenzione alla visualizzazione da mobile.

I Risultati

Il cliente è rimasto molto soddisfatto del lavoro svolto e siamo ancora in contatto per nuovi progetti futuri.

Nei prossimi mesi lavoreremo allo sviluppo di nuove aree del sito, integrando la possibilità di raccogliere i contatti dei fan e di implementare il sito con un e-commerce per la vendita di merchandising degli artisti.

Categorie
Casi Studio

Top 5 su TripAdvisor: come abbiamo promosso un ristorante durante la pandemia

La Gastronómica è un eccellente ristorante di tapas situato a Barcellona, aperto dal 2017.

Grazie alla qualità del cibo e ad una estrema cura del cliente, in poco tempo si distingue e si posiziona tra i migliori ristoranti della città su TripAdvisor.

Nel marzo del 2020, giusto pochi giorni prima del primo lockdown, aprono le porte del secondo locale.

L’obiettivo del cliente

Barcellona è una delle principali città europee, che attira ogni anno milioni di turisti. La concorrenza nel campo della ristorazione è altissima: in città si contano infatti quasi 10 mila attività ristorative (fonte TripAdvisor).

Entriamo in contatto con La Gastronómica agli inizi del 2020, poche settimane prima dell’apertura del secondo locale.

Il ristorante, grazie alle ottime recensioni e ad una posizione strategica, attira ogni giorno tanti turisti.

Il suo posizionamento online, però, si limita “solo” alle buone recensioni dei clienti.

Per il resto, il sito web e i canali social sembrano abbandonati e mostrano immagini poco professionali che non solo non attirano nuovi clienti, ma rischiano di danneggiare l’immagine del ristorante.

Il proprietario vuole quindi diffondere la notizia dell’apertura del nuovo locale (più spazioso) raggiungendo più gente possibile, nonché iniziare ad investire in nuovi mezzi per attirare clienti locals.

La Soluzione

Il primo obiettivo era quello di “ristrutturare” l’immagine online dell’attività.

Abbiamo quindi organizzato una sessione fotografica in cui abbiamo immortalato ogni piatto del menù, il locale, lo staff, etc.

Abbiamo quindi sviluppato un piano editoriale per i social media (specialmente Instagram e Facebook), con l’obiettivo di mettere in evidenza i migliori piatti del ristorante e, allo stesso tempo, mostrare l’ambiente e le ottime recensioni dei clienti.

I contenuti vengono pubblicati regolarmente sui social, stimolando la curiosità di nuovi potenziali clienti.

Marketing per ristoranti: creazione contenuti

Per aumentare la visibilità delle pubblicazioni, il cliente accetta di dedicare un budget mensile agli annunci online (ads).

Questa è stata la vera chiave del successo: infatti, le ads ci hanno consentito di raggiungere ogni giorno migliaia di potenziali clienti, mostrando foto e video capaci di attirare la loro attenzione.

La strategia prevedeva anche l’utilizzo del retargeting. Grazie a questa tecnica, siamo stati in grado di mostrare degli annunci specifici alle persone che avevano già mostato interesse per il ristorante (per es. avevano visitato il sito, visualizzato un determinato video, visitato la pagina Instagram o interagito con i post pubblicati).

Questo ci ha permesso di ottenere dei dati importantissimi sul comportamento dei potenziali clienti, che abbiamo poi sfruttato per comprendere le migliori strategie per portarli a visitare il ristorante.

Sapendo che gran parte del fatturato di un ristorante deriva dai clienti ripetuti, decidiamo di dedicare una grande attenzione all’esperienza del cliente all’interno del locale.

L’obiettivo è quello di stupire i commensali. Questo fatto, oltre a portarli a ritornare, ha aiutato notevolmente a stimolare il passaparola e attirare centinaia di recensioni su TripAdvisor.

I camerieri, infatti, sono stati coinvolti pienamente nella crescita del posizionamento su TripAdvisor. Avevano istruzioni precise riguardo al trattamento dei clienti e la richiesta di recensioni, che hanno permesso di raggiungere risultati sorprendenti in poco tempo.

A pochi giorni dall’apertura del secondo locale, purtroppo, la pandemia costringe il ristorante alla chiusura.

Nonostante lo sconforto e il rischio di perdere soldi, la comunicazione attraverso i social media e le ads non vengono mai fermate.

Questo ha portato il ristorante a distinguersi dai concorrenti e a rimanere impresso nella mente dei clienti, portando grandi benefici alla riapertura.

Marketing per ristoranti: posizionarsi su TripAdvisor
Posizionamento del secondo locale, aperto a marzo 2020
Marketing per ristoranti: TripAdvisor
Posizionamento del primo locale, aperto ad agosto 2017

I Risultati

In pochi mesi, il ristorante si posiziona come una realtà conosciuta in tutta la città. Se prima gran parte della clientela era formata da turisti, adesso è molto conosciuto anche dai locals.

Ogni giorno riceve messaggi di persone che vogliono prenotare un posto e siamo spesso costretti a rifiutare per mancanza di posti.

Il successo dell’attività ha portato il cliente a ragionare sulla possibilità di nuove aperture in un prossimo futuro sotto lo stesso brand.

Ecco di seguito alcuni dati rilevanti:

  • Due locali in Top 10 su TripAdvisor in tutta Barcellona (di cui uno secondo), dove sono presenti più di 9mila attività ristorative
  • 100.000-150.000 persone che vivono a Barcellona raggiunte ogni mese dagli annunci su Instagram o Facebook
  • Più di 4 Milioni di impressions a Barcellona nell’ultimo anno
  • Locali sempre pieni (nonostante uno dei due sia stato aperto qualche giorno prima del primo lockdown)
Categorie
Casi Studio

Vendere 132.000€ di gioielli in 10 giorni con un investimento di 300€

Olla Gioielli è una gioielleria storica di Oristano (in Sardegna), nata nel 1951 e in attività da tre generazioni.

L’azienda è conosciuta in tutta la provincia, ha due sedi ed è celebre per la professionalità e qualità dei prodotti offerti.

Obiettivo del cliente

L’operazione che vogliamo raccontare in questo articolo è avvenuta durante il periodo natalizio.

Si tratta di un’operazione lampo sviluppata e lanciata in pochi giorni, durata dal 14 al 24 dicembre (11 giorni in tutto).

Il cliente non aveva mai svolto attività di digital marketing prima di allora. Avevamo a disposizione solo una pagina Facebook con 2.400 fans e una lista di e-mail di circa 4.000 contatti (mai utilizzata prima).

Il cliente aveva quindi l’obiettivo di offrire delle promozioni per Natale e sfruttare i canali digitali per diffonderle, al fine di aumentare il fatturato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Inoltre, un secondo obiettivo era quello di raccogliere nuovi contatti e-mail di potenziali clienti, alimentando il database per il futuro.

La Strategia

Il cliente decide di mettere a disposizione uno sconto del 10% sugli acquisti attraverso un coupon da mostrare alla cassa.

Decidiamo di suddividere lo sconto in due con l’obiettivo di ottenere i dati di contatto del cliente su più canali.

In particolare, la strategia si è basata su due pilastri.

Facebook Ads

Abbiamo quindi lanciato delle ads su Facebook con l’obiettivo di mostrare i nostri annunci a persone con più di 25 anni in tutta la provincia (bacino complessivo di circa 80.000 persone).

Cliccando sull’annuncio, l’utente veniva rimandato alla chat di Messenger con il negozio. A quel punto riceveva un messaggio automatizzato offrendo uno sconto del 5% sugli acquisti.

Una volta scaricato il coupon, l’utente riceveva un secondo messaggio invitandolo a lasciare la propria e-mail in cambio di un ulteriore 5% (cumulabile con il 5% precedente).

Per ottenere il coupon del 10%, l’utente doveva quindi lasciare la propria e-mail e dare l’autorizzazione ad essere ricontattato tramite Messenger.

Con questa strategia, siamo quindi stati in grado di ottenere tanti nuovi contatti e la possibilità di contattare gli utenti nei prossimi giorni prima di Natale (presentando prodotti ed idee regalo).

Email Marketing

Mentre lanciavamo le campagne su Facebook Ads per raggiungere nuovi utenti, decidiamo di sfruttare il database di e-mail già presente.

L’azienda, infatti, aveva accumulato negli anni circa 4.000 contatti di clienti o leads.

Fino ad allora non avevano mai inviato nessuna comunicazione, ma eravamo certi che uno sconto in quel periodo avrebbe fatto comodo.

Abbiamo quindi mandato una newsletter a tutti gli utenti proponendo uno sconto del 5%.

Per ottenere un ulteriore coupon con un 5% di sconto, dovevano scaricarlo attraverso la chat di Messenger.

Svolgimento

Nei dieci giorni successivi, gli utenti che avevano dato l’autorizzazione tramite Messenger, hanno ricevuto un messaggio al giorno.

Al loro interno veniva presentata una collezione/brand di gioielli presenti in negozio.

Il tasso di apertura di questi messaggi è sempre stato sopra il 93%.

Lo stesso è avvenuto anche tramite il canale e-mail. Gli utenti che avevano lasciato il loro contatto, hanno ricevuto altre 2 newsletter ricordando l’offerta e presentando prodotti ed idee regalo.

Il tasso di apertura delle mail è stato del 30-35% (molto sopra la media generale, di circa il 15-20%).

I Risultati

L’operazione si è svolta in soli 10 giorni con un investimento totale in ads di 320€.

Le campagne hanno raggiunto più di 32 mila persone (con oltre 100 mila impressions), accrescendo la notorietà del brand a livello locale.

Gli utenti che hanno iniziato una chat su Messenger (dando anche l’autorizzazione ad essere ricontattati in futuro) sono stati 452.

Il database di e-mail, invece, ha superato i 4.700 contatti totali e tornerà molto utile per campagne promozionali future.

I coupon utilizzati in negozio sono stati 124.

Il dato più importante, però, riguarda il fatturato.

Lo storico vendite dell’attività nel periodo dal 14 al 24 Dicembre, si attestava intorno ai 100/115 mila euro negli ultimi 5 anni.

Grazie a queste operazioni, il fatturato nello stesso periodo è stato di oltre 132 mila euro, generando un incremento di circa il 14%.

Categorie
Casi Studio

Sushi a domicilio: adattarsi alla pandemia grazie al Digital

Neko Sushi è un ristorante di Barcellona, specializzato in sushi a domicilio.

Il settore della ristorazione è stato tra i più colpiti durante la pandemia, costringendo tanti a chiudere o a reinventarsi.

L’attività, aperta dal 2010, è stata quindi costretta a modificare completamente la propria strategia, affidandosi al digital per raggiungere nuovi clienti.

L’obiettivo del cliente

Entriamo in contatto con Neko Sushi nell’estate del 2020.

Il cliente, colpito dagli eventi inaspettati, aveva già provato a modificare la propria strategia e limitare i danni dovuti alle restrizioni imposte.

Fino ad allora, l’attività non aveva un sito web e sfruttava solo le piattaforme di delivery (es. Deliveroo o Glovo) per ricevere ordini a domicilio.

Costretto a reinventarsi, ha investito nello sviluppo di un sito web semplice integrato ad un ecommerce, dando la possibilità ai clienti di ordinare direttamente da lì.

Questo consentiva di aumentare notevolmente il margine sui singoli ordini, evitando di pagare la commissione ai vari intermediari.

Il cliente, però, non aveva una strategia di marketing digitale.

Il sito web, quindi, riceveva pochissime visite perché pochi sapevano della sua esistenza e gli ordini erano insufficienti.

La Soluzione

Il cliente ci ha contattati con l’obiettivo di aumentare le visite al nuovo sito web e, soprattutto, incrementare il numero di ordini.

Una volta comprese le esigenze del cliente e le caratteristiche del business, abbiamo individuato la necessità di avere dei contenuti di qualità.

Non avendo mai curato il proprio posizionamento online, infatti, non erano mai state realizzate delle fotografie o dei video capaci di presentare l’attività anche visivamente.

Al contrario, avevamo a disposizione solo contenuti di scarsa qualità, realizzati con il cellulare o inviati dai clienti negli anni.

Il primo passo è stato quindi quello di organizzare una sessione fotografica professionale, in cui abbiamo immortalato alcuni piatti del menù, il locale, lo staff, etc.

Abbiamo quindi sviluppato un piano editoriale per i social media (specialmente Instagram e Facebook), con l’obiettivo di far conoscere l’attività a nuove persone e “riattivare” i vecchi clienti.

Sushi a domicilio: caso studio Limone Marketing

Abbiamo quindi definito un budget pubblicitario mensile da dedicare agli annunci online (ads).

Questo budget, investito in Facebook/Instagram Ads, è stato gestito per raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Aumentare la notorietà dell’attività: mostrare le foto dei piatti a più persone possibili in un raggio di 2-3 km dal locale (zona coperta dal servizio).
  • Generare le visite al sito web: annunciare il lancio del nuovo sito web, incrementando il numero di visitatori.
  • Incrementare il numero di ordini dal sito web: aumentare le vendite derivanti dall’ecommerce, trasformandolo nella principale fonte di clienti.

Abbiamo quindi lanciato le campagne, che ci hanno consentito di raggiungere migliaia di potenziali clienti ogni giorno, mostrando foto e video capaci di attirare la loro attenzione e portarli a visitare l’ecommerce.

Sushi a domicilio: caso studio Limone Marketing

I Risultati

Già dalle prime settimane, si è notato un incremento considerevole delle visite al sito e dell’attenzione attorno all’attività.

Le campagne, oltre che per farsi conoscere da nuovi utenti, sono state molto utili anche per riattivare i vecchi clienti.

Il ristorante, che era aperto già da più di 10 anni, aveva già un gran numero di clienti (che magari seguivano le pagine social, ma non si ricordavano del locale), che avevano semplicemente bisogno di un reminder.

Riattivare i canali social, unito a delle attente strategie di retargeting, ci ha permesso di raggiungere nuovamente anche loro.

Inoltre, gli annunci sono stati mostrati a più di 300 mila persone ogni mese (per un totale di oltre 1 milione e 400 mila impressions), aumentando la notorietà del brand in tutta la zona.

In media, l’investimento pubblicitario necessario per un acquisto sul sito è inferiore ad 1 euro per acquisto (tra i 70 e i 95 centesimi), molto minore rispetto alle altissime commissioni delle piattaforme di delivery (spesso oltre il 30% dell’ordine).

Lo scontrino medio online supera i 20 euro per ordine, generando un ottimo margine di guadagno per l’azienda.

Oggi il cliente, nonostante la pandemia, sta per aprire un secondo locale in centro a Barcellona, con l’obiettivo di coprire tutta la città con il servizio.

Categorie
Casi Studio

Lavanda di Elvio: da piccola azienda agricola a brand riconosciuto in tutta Italia

Il cliente è una piccola azienda agricola che si trova nella provincia di Oristano, in Sardegna.

In particolare, si tratta del primo campo di lavanda in tutta la regione.

Obiettivo del cliente

Quando abbiamo iniziato a lavorare con Lavanda di Elvio nel 2018, l’attività si trovava ancora ad uno stato primordiale.

Il campo di lavanda veniva curato regolarmente e i prodotti frutto della lavorazione venivano venduti localmente senza nessuna strategia, sfruttando il semplice passaparola.

Ogni anno, però, rimanevano tanti prodotti invenduti.

Il cliente aveva quindi il bisogno di estendere il proprio bacino di utenza, raggiungendo clienti anche fuori dalla Sardegna.

Aveva quindi bisogno di una strategia di comunicazione capace di rafforzare la percezione del brand e, quindi, aumentare le vendite ed il fatturato aziendale.

La Strategia

Per soddisfare le diverse esigenze del cliente, abbiamo strutturato una strategia basata su diversi pilastri.

Abbiamo lavorato prima sulla valorizzazione del brand e dell’immagine online e, quindi, sullo studio di una strategia di promozione.

Brand Design – Una nuova identità

Il primo passo è stato quello di curare l’identità del brand.

L’obiettivo era quello di rendere il brand e i suoi contenuti unici e facilmente riconoscibili, dando un’idea più moderna e autorevole dell’attività.

Abbiamo quindi lavorato allo studio e al design del nuovo logo e di un’identità visiva, applicata poi in tutti i contenuti e prodotti offerti.

Lavanda di Elvio

Social Media

In questo progetto, i social media hanno giocato un ruolo fondamentale.

All’inizio il cliente aveva solo una pagina Facebook poco utilizzata e non aveva un account Instagram.

Il campo di lavanda, con le sue distese di colore viola, ha un grande impatto estetico. Per un progetto di questo tipo, quindi, Instagram ci sembrava il canale più adatto per i nostri scopi.

Infatti, abbiamo notato subito che, nonostante non esistesse una pagina ufficiale, su Instagram erano già state pubblicate tante foto dagli utenti che avevano già visitato il campo.

Abbiamo quindi studiato un piano editoriale attraverso Instagram e abbiamo iniziato a pubblicare regolarmente foto del campo, attirando l’attenzione di migliaia di persone.

La maggior parte degli utenti non sapeva dell’esistenza di un campo di lavanda in Sardegna e la pagina ha riscosso subito un grande successo.

Le persone, infatti, non vedevano l’ora di visitare il campo per farsi delle foto e pubblicarle su Instagram, generando un rapido passaparola virtuale in tutta l’isola.

E-Commerce

L’azienda non aveva ancora un sito web per presentare e raccontare l’attività.

Inoltre, le persone che cercavano il campo su Google venivano reindirizzate verso siti esterni, sul quale l’azienda non aveva il controllo.

Abbiamo quindi disegnato e sviluppato un sito coerente con l’identità del brand, con l’obiettivo di presentare al meglio il campo e le sue bellezze e, allo stesso tempo, portare le persone a visitarlo.

Inoltre, l’esigenza di vendere dei prodotti al di fuori dei confini provinciali (e regionali), ci ha portato ad inserire all’interno della strategia anche lo sviluppo di un e-commerce.

Grazie all’e-commerce, è stato possibile diffondere i prodotti in vendita in tutta Italia, aumentando considerevolmente il bacino di utenza.

Lavanda di Elvio

Facebook Ads/Google Ads

Una volta ristrutturata l’immagine online e sviluppato l’ecommerce, avevamo bisogno di diffondere il brand e i suoi prodotti.

Il cliente ha stabilito un budget mensile da investire in pubblicità, che abbiamo dedicato in annunci online (ads).

In particolare, abbiamo sfruttato sia le Facebook Ads che le Google Ads per andare a raggiungere utenti con varie esigenze, con l’obiettivo di mostrare i prodotti in vendita.

Trattandosi di prodotti derivati dalla lavanda (del quale non tutti conoscono gli effetti benefici), è stato necessario prevedere nella strategia una fase di educazione degli utenti.

Abbiamo spiegato con chiarezza i benefici dei prodotti attraverso un blog o dei post dedicati. Inoltre, abbiamo integrato nell’ecommerce una live chat per rispondere all’utente in caso di eventuali dubbi prima dell’acquisto.

Gli annunci ci hanno permesso di aumentare notevolmente le visite al sito e di far conoscere i prodotti e il brand a centinaia di migliaia di persone, prima in Sardegna e poi in tutta Italia.

Lavanda di Elvio

Eventi

Un aspetto fondamentale, soprattutto a livello locale, è stata l’organizzazione di eventi.

Ogni anno, verso il mese di giugno, le piante di lavanda iniziano a fiorire e il campo diventa completamente viola.

Verso la fine di luglio, inoltre, ha luogo l’evento più atteso dell’anno: i giorni del taglio.

Durante queste giornate, un gruppo di esperti tagliatori raccoglie a mano (aiutandosi con un falcetto) il fiore della pianta.

Questo spettacolo veniva prima riservato a pochi amici. Oggi, grazie alla notorietà raggiunta in tutta la regione, questo raro evento attira migliaia di persone ogni anno.

Oltre alla soddisfazione di attirare un gran numero di persone, l’evento è un’ottima occasione per far conoscere i prodotti in vendita e aumentare il fatturato aziendale.

Caso studio Lavanda di Elvio

I Risultati

Le operazioni svolte e la strategia implementata ha portato dei risultati incredibili, che hanno avuto un impatto notevole sull’attività.

Oggi il campo di lavanda è un reale punto di riferimento per il turismo provinciale e puntiamo a trasformarlo in una vera e propria attrazione turistica negli anni a venire.

Durante il periodo della fioritura, infatti, le visite al campo sono aumentate di un tasso maggiore al 40% rispetto agli anni passati.

Inoltre, siamo stati in grado di allargare il bacino di clientela, riuscendo a vendere prodotti in tutta Italia e raggiungendo più di 800 mila persone con i nostri annunci.

Categorie
ESP

Redes Sociales para negocios locales: 4 pasos fundamentales

Cómo aprovechar las redes sociales para negocios locales

Las redes sociales ya forman parte de nuestra vida cotidiana.

Todo el mundo sabe lo que es Instagram, tiene un perfil en Facebook y ve vídeos en YouTube, entre otras cosas. Nos guste o no, son un aspecto realmente relevante en la sociedad actual.

Son una herramienta muy poderosa, sobre todo si tenemos un negocio que atiende a personas, ya que nuestros clientes potenciales las utilizan constantemente.

Por ello, no podemos hacer como si no existieran, sino que debemos encontrar la manera de aprovecharlas en nuestro beneficio.

En este artículo, voy a centrarme específicamente en las estrategias de redes sociales que se pueden utilizar en empresas locales y negocios físicos.

El objetivo de las redes sociales para negocios locales

Al hablar de las redes sociales para empresas locales, puede parecer contradictorio utilizar herramientas digitales para promocionar una empresa que no está online (es decir, que tiene una ubicación física).

Sin embargo, las redes sociales son una herramienta muy importante, ya que nos permiten captar a nuestros clientes potenciales allí donde pasan su tiempo.

De hecho, la gente pasa una media de 2 horas al día en redes sociales.

Si sabemos que nuestros clientes potenciales pasan su tiempo en Instagram, también deberemos tener presencia en esta red.

Podemos captar su atención y darnos a conocer online y después convencerles de que compren nuestros productos, acudan a nuestro local, etc.

Likes, seguidores y métricas de vanidad

Es necesario dejar claro que el objetivo de una estrategia de redes sociales no es el aumento de seguidores o de likes.

Estas métricas no son interesantes, a pesar de que muchos falsos profesionales que presumen de expertos, basan el éxito en el crecimiento de likes y de la visibilidad.

Por algo se llaman métricas de vanidad (o Vanity Metrics). Son muy buenas para subir el ego, pero no tanto para la facturación de la empresa.

El objetivo siempre debe ser el crecimiento de nuestro negocio.

Objetivos fundamentales de las redes sociales

Podemos identificar tres objetivos fundamentales:

  1. Aumentar las ventas
  2. Aumentar la frecuencia de compra
  3. Aumentar el interés por determinados productos

1. Aumentar las ventas

Este primer objetivo se entiende fácilmente. Una buena estrategia en redes sociales puede permitirnos llegar a muchos clientes potenciales nuevos y, por consiguiente, hacer que compren y que las ventas aumenten.

Es esencial darnos a conocer a nuevas personas. No podremos vender nuestros productos o servicios si nadie sabe que existimos.

Podemos hacer la mejor pizza de toda la ciudad, pero no venderemos ni una si nadie lo sabe. Puedes ser el mejor dentista o abogado de tu región, pero nadie recurrirá a tus servicios si no tienes visibilidad o si no te conocen.

Las redes sociales son una herramienta inmejorable para captar clientes potenciales nuevos, mostrando nuestros puntos fuertes y comunicando día a día nuestros valores y las características que nos hacen únicos.

2. Aumentar la frecuencia de compra

Una buena estrategia de comunicación también es útil para fidelizar a los clientes actuales.

Un cliente de los nuestros que nos siga en las redes sociales verá nuestros contenidos más a menudo y, en consecuencia, seguirá acordándose de su experiencia positiva, hasta el punto de querer repetirla.

En ese sentido, las redes sociales son muy útiles para aumentar la frecuencia de compra.

Veamos un ejemplo.

Supongamos que tenemos una pizzería y contamos con clientes leales que vienen a comer de media una vez al mes.

Si empezamos a publicar con más frecuencia las fotos de nuestras pizzas o de nuestro local en las redes sociales, se acordarán de nosotros más a menudo. En consecuencia, será más probable que deseen comer fuera una vez más (quizá una vez cada dos semanas).

¡Si multiplicamos este resultado por todos nuestros clientes habituales los resultados serán increíbles!

3. Aumentar el interés por determinados productos

El tercer objetivo mencionado es el de aumentar el interés por determinados productos.

Todas las empresas prefieren vender unos productos más que otros. Esto puede deberse a varios motivos: su margen es mayor, requieren menos trabajo, necesitan menos soporte, etc.

Entonces, dentro de nuestra estrategia de redes sociales, podemos optar por promocionar unos determinados productos más que otros, con el objetivo de aumentar su valor percibido y facilitar su venta.

Redes sociales para negocios locales

La atención de los usuarios

Cuando comunicamos a través de las redes sociales, debemos recordar que estamos compitiendo por la atención de los usuarios.

En esta época, en la que los usuarios se ven bombardeados por una gran cantidad de publicidad y de información, es realmente difícil captar su atención y hacer que dediquen más de unos segundos a la misma.

Cuando publicamos contenido en las redes sociales, no estamos compitiendo solamente con otras empresas de nuestro sector, sino con todos los que tienen algo que decir.

Estamos compitiendo con todas las empresas que tratan de captar la atención de nuestros clientes potenciales (que también son sus clientes potenciales).

Veamos con más detalle este concepto.

Todas las personas tienen diferentes intereses y pasiones y, por lo tanto, en las redes sociales seguirán diferentes contenidos en función de sus intereses.

Supongamos que tenemos una pizzería y queremos promocionarla mostrando en Instagram nuestros anuncios dirigidos a las personas a las que les gusta comer fuera.

Debemos tener en cuenta que ese no será su único interés.

De hecho, a una persona a la que le gusta ir a restaurantes pueden interesarle un millón de cosas más.

Quizá le apasione el fútbol, el camping o las cervezas artesanales. También puede estar interesada en aprender un nuevo idioma, en la política de su país y tal vez en el cuidado de su piel o en solicitar una hipoteca para comprar una casa.

Por lo tanto, si queremos promocionar nuestro restaurante, hay que tener en cuenta que no vamos a competir únicamente con otros restaurantes, sino con cualquier empresa que intente captar la atención de esa misma persona.

redes sociales para negocios locales: la atención de los usuarios

4 Pasos fundamentales para que los negocios locales aprovechen las redes sociales

Esperamos que, llegados a este punto del artículo, quede claro el motivo por el que es importante contar con una estrategia en redes sociales y cuáles son sus objetivos.

También esperamos que quede claro que esto no es algo que se pueda hacer de forma no profesional, sino que requiere muchas habilidades y experiencia en el sector.

Si tienes alguna duda, puedes enviarnos un correo electrónico a info@limonemarketing.com.

Intentaremos aclarar cualquier duda y que entiendas cómo se pueden aplicar estas herramientas a tu negocio específico.

En los siguientes párrafos, explicaremos cómo los negocios locales pueden aprovechar las redes sociales.

Hemos identificado 4 pasos fundamentales a seguir para elaborar una estrategia y empezar a sacar provecho de estos canales con el fin de promocionar nuestro negocio.

1. Identificar tu público objetivo

Sin duda, lo primero que hay que tener en cuenta a la hora de elaborar una estrategia en redes sociales es el público objetivo.

En primer lugar, debemos saber a quién nos dirigimos.

A quiénes queremos llegar, cuáles son sus características, qué pasiones e intereses tienen, cómo se comunican, qué canales utilizan, etc.

Este es definitivamente el primer paso porque, si no sabemos con quién queremos comunicarnos y por qué les debería interesar nuestro producto o servicio, será muy difícil vender.

Una vez identificada nuestra audiencia objetivo de referencia, necesitamos saber cuál es la mejor manera de comunicarnos con la misma.

Para ello, nuestro estilo de comunicación debe ser el adecuado para nuestro cliente tipo (en función de sus intereses, su edad, los canales que utiliza, etc.) y, al mismo tiempo, destacar nuestros puntos fuertes y ser coherente con nuestra imagen de marca.

2. Crear contenido de calidad

Como ya hemos dicho antes, los usuarios de redes sociales se ven bombardeados con una gran cantidad de información y contenidos para consumir: artículos, anuncios, memes divertidos, fotos de amigos, historias de Instagram, etc.

Debemos captar la atención de nuestros clientes potenciales, pero no es fácil emerger en este océano de contenidos.

Por lo tanto, es necesario crear contenidos de calidad que destaquen entre los demás y llamen la atención de nuestra audiencia objetivo.

Si disponemos de un producto de calidad y tenemos muy claro a quién nos dirigimos pero no somos capaces de crear un contenido capaz de captar la atención y mostrar el potencial de nuestro producto o servicio, corremos el riesgo de que todo sea en vano.

Sobre todo en el mundo digital, donde no hay contacto humano, nuestro contenido será la única forma de que el usuario nos juzgue.

Por este motivo, nuestro contenido debe reunir ciertas características fundamentales para llamar la atención.

Características de los contenidos de calidad

En particular, si queremos que nuestros contenidos sobresalgan y generen resultados, estos tienen que ser:

  1. Interesantes. No deben ser aburridos. Deben exponer y contar algo útil para el usuario, el cual debe ser parte de la audiencia objetivo de lo que le estamos proponiendo (es decir, realmente interesado en ello).
  2. Impactantes. Nuestros contenidos deben sobresalir entre todos los contenidos existentes. Deben captar la atención del usuario para que se quede y conseguir que se concentre en los mismos y le provoquen una emoción.
  3. Originales. Nuestros contenidos deben ser únicos, creados por nosotros. Sobre todo si tenemos un negocio local, nuestros clientes buscan sentir esa proximidad. Si, por ejemplo, tenemos un concesionario de motos, no tiene sentido que nos limitemos a poner fotos oficiales de las motos que vendemos. Debemos crear contenidos personalizados para, además de destacar las cualidades de los productos, dar esa sensación de familiaridad y relación humana con los usuarios.
  4. Coherentes. Todo lo que publicamos debe ser coherente con nuestra marca, nuestros valores y la identidad que queremos transmitir.
  5. Profesionales. Para comunicar bien, no necesitamos fotos o vídeos realizados con la última cámara de vídeo del mercado, pero es importante que tengan una buena calidad. De lo contrario, se corre el riesgo de dañar la imagen de la empresa. Hoy en día, para lograr una buena calidad de imagen se necesita muy poco, a menudo basta con un móvil. Sin embargo, nuestro consejo es confiar siempre en los profesionales.

Una vez creado el contenido, nuestro plan de marketing se ocupará de que llegue a nuestro público objetivo de la forma y por el canal más adecuado y eficaz.

3. Ser constante y regular

Otro aspecto de gran importancia en las redes sociales es la constancia.

Es muy importante ser constante en las redes sociales (sin sacrificar la calidad del contenido). Ello se debe a dos motivos principales.

El primero es por una cuestión puramente técnica.

Las redes sociales dependen de los contenidos creados por los usuarios. Si mañana nadie publicara nada en Instagram, no habría motivos para entrar en ella y supondría una gran pérdida para la plataforma.

De ahí que estas plataformas tengan una gran necesidad de creadores de contenidos y que su algoritmo premie a los usuarios más constantes en sus publicaciones.

El segundo motivo es que, al ser capaces de publicar con frecuencia, será más fácil que nuestros seguidores y, por tanto, nuestros clientes potenciales, nos tengan presentes.

Esto puede resultar muy útil tanto para captar nuevos clientes (los cuales necesitan vernos muchas veces antes de acordarse de nosotros), como para establecer una relación con los clientes actuales (los cuales, al ver nuestro contenido varias veces, pueden convencerse a sí mismos de comprar con más frecuencia).

4. Invertir en anuncios publicitarios (ADS)

Al diseñar una estrategia en redes sociales para negocios locales, no podemos ignorar los anuncios de pago.

Las empresas suelen subestimar estas herramientas, sobre todo los negocios locales. Probablemente debido a que requieren mucho estudio y conocimientos profundos de marketing.

Por qué invertir en anuncios publicitarios (ADS)

Los anuncios publicitarios (también llamados ADS) son muy importantes porque nos permiten llegar a personas potencialmente interesadas en nuestros productos o servicios.

Gracias a los anuncios, podemos mostrar nuestro contenido a nuestra audiencia objetivo a través de las redes sociales.

En este sentido, podemos seleccionar la audiencia en función de las características que nos interesan (edad, sexo, datos demográficos, intereses, hábitos, etc.).

Veamos un ejemplo sencillo para entender su potencial.

Supongamos que gestionamos un concesionario de motocicletas deportivas y, en base al análisis realizado, sabemos que nuestro público objetivo ideal son los hombres de entre 25 y 50 años.

Si queremos optimizar el presupuesto y llegar únicamente a las personas potencialmente interesadas en comprar una moto, podemos publicar anuncios en Instagram y decidir que se muestren solamente a los hombres de esa franja de edad y que vivan en la ciudad.

Esto nos permitiría invertir el presupuesto solo para llegar a las personas que puedan estar realmente interesadas en lo que ofrecemos.

Esta supone una gran ventaja en comparación con el marketing tradicional.

Si promocionamos el mismo concesionario, por ejemplo, a través de una valla publicitaria en una parada de metro, no podremos obtener los mismos beneficios.

En ese caso, no podremos controlar las personas que verán el anuncio. Todos los que pasen por esa parada verán el cartel, incluso los que nunca nos comprarían.

Siguiendo con nuestro ejemplo, la valla publicitaria también la verán las mujeres y los niños, los cuales están totalmente fuera de la audiencia objetivo de nuestra oferta.

En el artículo en el que explicamos las ventajas del marketing online frente al tradicional también pusimos un ejemplo similar. ¿Ya lo has leído?

¿Cuánto hay que invertir en anuncios publicitarios?

Otra ventaja de los anuncios online es que tienen un coste muy bajo en comparación con los anuncios offline.

Gracias a la era digital, cualquier empresa puede promocionarse. De hecho, es posible lanzar campañas publicitarias y obtener resultados a partir de unos pocos euros al día.

Para determinar cuál es el presupuesto adecuado que debes invertir en marketing para tu negocio, es necesario realizar un análisis exhaustivo del mismo.

Como siempre decimos, cada negocio es diferente y no hay una respuesta única para todos.

Sin embargo, hay varias formas para evaluar cuál es el presupuesto adecuado.

Nuestro consejo es tener siempre un presupuesto dedicado al marketing, contar con una estrategia definida y recurrir a profesionales expertos que conozcan bien las herramientas.

redes sociales para negocios locales

Conclusiones

La comunicación en redes sociales puede parecer sencilla. Muchos subestiman esta actividad, porque hacer una publicación y poner dos hashtags es realmente sencillo.

Sin embargo, el trabajo que hay que hacer no es ese, sino que es mucho más complejo.

Si de verdad queremos obtener resultados debemos saber a quién nos dirigimos, cómo comunicar con ellos y definir una estrategia capaz de convertir a los clientes potenciales en clientes de pago.

Actualmente, tener una buena estrategia en redes sociales puede ser la diferencia entre un negocio de éxito y un fracaso.

No aprovechar las redes sociales significa perder una oportunidad increíble y dejarla en manos de nuestros competidores (los cuales captarán los clientes potenciales antes que nosotros).

Esperamos que este artículo te haya hecho reflexionar y que te ayude a mejorar el posicionamiento online de tu negocio.

Si necesitas ayuda para desarrollar tu estrategia de marketing, puedes solicitar una consulta mediante el formulario aquí abajo.